Cellulite o PEFS

E’ una condizione clinica complessa che viene individuata allorquando la regione dei trocanteri e pritrocanterica o dell’interno del ginocchio esibisce ipotermia(cute fredda e pallida al tatto)dolenzia alla pressione, micronodularita’ diffusa ed edema localizzato.
L’esame ecografico e termografico per contatto sono in genere decisivi e pertanto assolutamente dirimenti, per cui nei casi (pochi) dubbi, di diagnosi differenziale fra la A.D. e la Cellulite saranno i percorsi diagnostici a stabilire chiarezza e di conseguenza le tecniche terapeutiche da adottare.
Nella PEFS (cellulite )il dato saliente dal punto di vista fisiopatologico é costituito dall’alterazione del Microcircolo Dermico e sub-dermico, con Edema e Linfostasi che nel tempo si organizza a costituire “un pannicolo reattivo” che evolve nel tempo verso la fibrosi e la sclerosi finale.
Un discorso a parte merita la cosiddetta “falsa cellulite” dove la diagnosi differenziale si potrà compiere già dall’esame clinico in ortostatismo(in piedi) poiché in questo tipo di disagio estetico siamo di fronte, in genere, a problematiche posturali con caduta dei glutei sulle facce posteriori delle cosce che pertanto mostreranno delle proiezioni sui trocanteri, portando in modo errato a credere che si tratti di cellulite. E’ ovvio che la terapia sarà diversa ed è ciò che fa la differenza fra la M.E. e le altre branche si occupano di tali Affezioni.
Parlando di Cellulite vengono al pettine tutte le domande che si possono immaginare, perché da decenni vengono poste dalle nostre Pazienti/Utenti, dato che si tende modernamente a non inquadrare la cellulite come una patologia.
Ma è un grossolano errore che poteva essere tollerato prima della sua identificazione Patologica da parte del Prof Curri e dai suoi Autorevoli Colleghi.
Quindi stiamo parlando di Patologia Multifattoriale con connotati Estetici e funzionali, che va affrontato con vari presidi terapeutici .
Anche per la cellulite come per la adiposità localizzata si possono mettere in moto vari percorsi in funzione della stadiazione della patologia che riconosce IV stadi in base alla gravità della stessa.
La liposcultura chirurgica o laser-assistita, la lipocavitazione e il massaggio endermologico sono già stati a lungo presentati, e se nella A.D. sono risolutivi quasi sempre, nella Cellulite si deve fare comprendere a chi ne è affetto che il massaggio Endermologico va praticato per lunghi periodi di tempo e comunque a cicli, con cadenza stagionale, anche quando la nostra Utente si sottoponga a liposcultura chirurgica o laser-assistita, poiché il dato saliente della Cellulite o PEFS é la cronicità del processo patologico, che detta i tempi e le modalità di intervento o degli interventi finalizzati al mantenimento della condizione di “benessere “raggiunto.

Non è superfluo aggiungere ancora una volta che se di cellulite si parla allora siamo di fronte ad un Quadro Patologico ben definito, cronicamente evolutivo verso la Sclerosi del tessuto dermico, e che il Microcircolo va aiutato a non degenerare verso la sua “scomparsa” definitiva.

Altre informazioni sulle metodiche di diagnostica vengono date nella pagina: Interventi→Diagnostica Specialistica→ Ecografia del pannicolo adiposo

Dr. Ettore Damiani

Il Dr. Ettore Damiani medico chirurgo da circa un trentennio svolge la sua attività professionale in campo medico-chirurgico, avendo maturato la sua esperienza formativa nei vari indirizzi della chirurgia generale d'urgenza presso la Clinica Chirurgica III di Palermo, affinando la materia medica con gli studi di medicina cosiddetta non convenzionale presso la Scuola Tedesca di Medicina Omeopatica ed Omotossicologica di Recheweg. Ha svolto per oltre vent'anni la sua attività di chirurgo generale e di urgenza presso alcune strutture ospedaliere della città di Palermo e della ... Leggi di più