Microalghe Klamath

Gli integratori alimentari sono un argomento al centro di discussioni e polemiche sin dalla loro introduzione. La maggior parte, per non dire la quasi totalità, degli integratori, sono di origine sintetica. Ciò vuol dire che sono costruiti in laboratorio e si tratta in sostanza di pillole contenenti principi nutritivi con cui accompagnare l'alimentazione giornaliera. L'assimilazione dei principi contenuti negli integratori sintetici è però varia, e di solito scarsa in proporzione alla quantità di principi contenuti negli integratori stessi. Considerando che qualsiasi integratore non deve essere visto come un sostituto di una dieta sana o di una categoria di alimenti, ma, appunta, un coadiuvante , esistono delle sostanze in natura che fungono da integratori, i quali hanno quindi origine biologica e non artificiale.

 

MICROALGA KLAMATH

In natura esistono moltissime specie di alghe e microalghe, ma solo una specie selvatica è assimilabile dall'organismo umano, ed è l'Aphanizomenon flos acquae, la quale cresce nel lago Klamath. Tale lago si trova a 1300 m di altitudine, e ciò caratterizza inverni molto freddi, ma al contempo gode di 300 giorni di Sole l'anno. La combinazione di tali elementi e dei depositi minerali vulcanici della zona del lago Klamath hanno generato la condizione ideale per la crescita di tale alga, la quale ha un profilo nutrizionale peculiare. Le microalghe Klamath sono state introdotte in Italia dalla Nutrigea, azienda ormai specializzata nella distribuzione di tali alghe nel mondo. L'alga viene raccolta e lavorata e poi essiccata per il trasporto, e ciò ha portato allo sviluppo della Klamath RW® max, attualmente la migliore Klamath prodotta. I nutrienti nelle Klamath RW max sono tali da farli diventari LARN-rilevanti. LARN è l'acronimo per Livelli di Asunzione Raccomandata Nutrienti, tale per cui le Klamath RW max fornisca ben 12 nutrienti LARN-rilevanti, a partire da 7 delle 12 vitamine essenziali. Le Klamath RW max contengono inoltre i caroteni precursori della vitamina A, contiene vitamine C ed E, è la principale fonte naturale di vitamine del gruppo B e contiene anche oligoelementi e minerali.

OLIGOELEMENTI E MINERALI

Le Klamath RW max contengono lo spettro completo dei 60 minerali e oligoelementi necessari all'orgnaismo umano. Sembra banale, ma non lo è, in quanto nessun alimento tranne alcuni cibi fossili contiene un così' ampio spettro di minerali. Per quanto riguarda i minerali di maggior interesse le alghe forniscono quantità LARN-rilevanti di: ferro fino all'85[[[%]]], e non c'è bisogno di sottolineare quanto questo metalli sia importante per l'emoglobina e non solo; fluoro, essenziale per ossa e denti; iodio, di cui è fornito il 33[[[%]]] circa, quantità utile e al contempo ridotta, per cui anche chi soffre di ipertiroidismo ne può fare uso; vanadio, recentemente studiato nel metabolismo dell'insulina, insieme al cromo, entrambi minerali rari ma utili, secondo recenti scoperte, per contrastare diabete, obesità e malattie cardiovacolari; molibdeno, che aiuta nell'assimilazione del ferro e coadiuva cromo e vanadio nei loro compiti.

AMINOACIDI

le Klamath sono l'unico cibo a contenere tutti e 20 gli aminoacidi, motivo per cui contengono oltre il 60[[[%]]] di proteine nobili e aiutano la migliore assimilazione delle proteine assunte con la dieta.

ACIDI GRASSI ESSENZIALI

Le Klamath RW max sono una buona fonte di OMEGA-3,, di cui forniscono circa 15 mg per grammo di alga assunta.

CAROTENI

Come già accennato le alghe Klamath svolgono un ruolo di primo piano nel metabolismo delle vitamine. Una Klamath possiede 15 caroteni diversi. Tra questi il carotene precursore della vitamina A, che nella forma attiva del retinolo svolge funzione antiossidante e protettiva dell'organismo. Come già detto le Klamath sono la più elevata fonte naturale delle vitamine B. Per quanto riguarda la B12 in particolare, bisogna dire che un recente studio effettuato su soggetti vegani dimostra come tale alga possa aumentare i livelli di B12 in maniera significativa, e al contempo ridurre i livelli di omocisteina, aminoacido tossico che si accumula in carenza di B12. Oltre a questa, le Klamath sono fonte di vitamina K, essenziale per la coagulazione del sangue, e sono ricche di xantofille, tra cui la cantaxantina, un potente antiossidante, e altre come luteina, zeaxantina, licopene e astanxantina.

Dr. Ettore Damiani

Il Dr. Ettore Damiani medico chirurgo da circa un trentennio svolge la sua attività professionale in campo medico-chirurgico, avendo maturato la sua esperienza formativa nei vari indirizzi della chirurgia generale d'urgenza presso la Clinica Chirurgica III di Palermo, affinando la materia medica con gli studi di medicina cosiddetta non convenzionale presso la Scuola Tedesca di Medicina Omeopatica ed Omotossicologica di Recheweg. Ha svolto per oltre vent'anni la sua attività di chirurgo generale e di urgenza presso alcune strutture ospedaliere della città di Palermo e della ... Leggi di più